Gemellaggio linguistico culturale Sicilia Tunisia all’Istituto Salesiano Don Bosco Ranchibile di Palermo.

Gli studenti tunisini condivideranno le attività didattiche e visiteranno i monumenti arabo-normanni

L’istituto Salesiano Don Bosco Ranchibile sta vivendo una nuova esperienza di scambio culturale e ha aperto le porte ad una delegazione di allievi e docenti provenienti dal Liceo Presidenziale di Cartagine. I ragazzi tuinisini insieme agli studenti del primo LES (liceo economico sociale trilingue inglese spagnolo ed arabo) del Don Bosco saranno coinvolti, fino al 25 marzo prossimo, in un'esperienza di scambio linguistico e culturale al fine di formare figure di giovani intellettuali capaci di mediazione linguistica ed aperti ad una professionalità globale.
Gli allievi del Liceo di Cartagine condivideranno per tutta la settimana le attività didattica-formative con gli studenti del Les e saranno ospiti presso le famiglie dei loro coetanei. Nel corso di questa esperienza gli studenti visiteranno i siti arabo normanni inseriti nel patrimonio dell’Umanità, fra i quali Palazzo dei Normanni, la Cappella Palatina e il Duomo di Monreale.


Le parole dei ragazzi...


Palermo-Tunisi: un’esperienza di gemellaggio

Dal 18 al 24 marzo il mio Istituto (Don Bosco Ranchibile di Palermo) ha organizzato un gemellaggio con il Liceo Presidenziale di Cartagine. Al gemellaggio hanno aderito dodici alunni del 1º LES, ciascuno dei quali ha ospitato un alunno proveniente dal Liceo di Cartagine.
È stato tutto semplice, sono riuscito a fare amicizia con tutti i ragazzi perché, anche se non parlavano italiano, ci capivamo in inglese.
Durante la settimana che abbiamo trascorso insieme abbiamo fatto vedere loro alcuni dei nostri bei monumenti come la Cattedrale e la Cappella Palatina che li hanno affascinati molto. Il mio compagno di gemellaggio si chiama Achraeuf Karoui ed è un ragazzo tunisino di diciassette anni. Achreuf ha dormito a casa mia. La giornata cominciava con sveglia alle 7:30 , colazione in famiglia e subito dopo a scuola dove ci incontravamo tutti, ragazzi e professori. Ogni giorno, due o tre ore erano dedicate allo studio della lingua araba con i loro e i nostri professori.
Poi si usciva tutti insieme per far conoscere la nostra città e alle 13:30 si rientrava in istituto per pranzare. Dopo le 16, tutti eravamo liberi di tornare a casa con il nostro ospite.
Anche le nostre famiglie hanno partecipato attivamente, organizzando visite, passeggiate e incontri serali.
Noi ragazzi del 1º LES abbiamo anche superato l’esame di arabo scritto preparato dai professori di Cartagine. È stata un’ esperienza meravigliosa che consiglio ed io mi ritengo fortunato perché ho avuto la possibilità di viverla. Tuttavia l’avventura non si è conclusa, infatti ad ottobre noi dovremmo andare in Tunisia per continuare il gemellaggio.
Non vedo l’ora di andarci, ritrovare i nuovi amici e conoscere il loro paese.

Oreste Cannuscio 1º LES



Gemellaggio Sicilia-Tunisia