frase inizio

Una notte (i sogni si fanno di notte!) Don Bosco vede la nave della Chiesa attaccata da innumerevoli piccole navi che vogliono “urtarla con il rostro e farle ogni guasto possibile”. Mentre la battaglia infuria, si alzano dal mare due “robuste colonne altissime poco distanti l’una dall’altra.

Sopra di una è presente la statua della Vergine Immacolata, ai cui piedi pende un largo cartello con l’iscrizione “Auxilium Christianorum”; sull’altra, che  è  molto  più  alta  e  grossa  sta un’Ostia di grandezza proporzionata alla colonna e, sotto, un altro cartello con le parole “Salus Credentium”. La battaglia infuria ancora più feroce sino a quando il Papa, superando ogni ostacolo, riesce ad attaccare la nave della Chiesa alle due colonne; i nemici fuggono e si disperdono e sul mare torna una grande pace”.

L’esperienza ci dice che non solo la chiesa nel suo insieme, ma anche la navicella di ogni persona, di ogni famiglia, ancorata alle due colonne, prosegue sicura nel suo cammino.

Il sogno

L’ADMA, l’Associazione di Maria Ausiliatrice fondata da Don Bosco il 18 aprile 1869 ci dà la possibilità di camminare sicuri ancorati alle due colonne: l’Eucaristia e Maria.

Don Bosco e Maria Ausiliatrice

Maria Ausiliatrice

Accogli il cuore che in te confida

Siamo cristiani in cammino verso la santità che hanno lo scopo di promuovere e difendere la fede della gente del popolo, dedicando particolare attenzione alle famiglie ed ai giovani e diffondendo il culto dell’Eucaristia e la devozione a Maria Ausiliatrice.

Foto di gruppo

Oggi l’ADMA è aperta ad un numero sempre più grande di persone, di giovani e di famiglie che provano a vivere ed a condividere i valori cristiani  nel  mondo  attuale, ponendo al centro l’amore per l’Eucaristia e la devozione a Maria, che è fondato:

    • sulla gioia di vivere,
    • la cura della preghiera,
    • l’unione con Dio nel quotidiano,
    • il servizio al prossimo, in particolare ai giovani ed ai poveri,
    • la fiducia in Dio che è Padre provvidente,
    • l’affidamento a Maria che è Madre e Maestra.

M. Ausiliatrice

Catechesi

Il nostro è un cammino di formazione che si articola in cicli di catechesi annuali.
Il tema dell’anno è scelto e sviluppato dai Sacerdoti in sintonia con i cammini ecclesiali e le proposte della Famiglia Salesiana.

Le catechesi vengono proposte sia durante gli esercizi spirituali estivi, il cuore del cammino che si sviluppa nel corso dell’anno, sia nei riti mensili. Tutte le catechesi hanno sempre tre riferimenti indispensabili: la Parola di Dio ed i Sacramenti, l’impegno per una più intensa preghiera e l’impegno per una più grande fedeltà ai propri doveri in famiglia, sul lavoro e nella Chiesa.

La Parola di Dio

Le catechesi si tengono ogni primo martedì del mese dalle ore 17.00 alle ore 18.30, cui possono seguire, liberamente, la recita del Santo Rosario e dei Vespri e la partecipazione alla Santa Messa.

Esercizi Spirituali

Gli esercizi spirituali si svolgono in luoghi accoglienti nella prima metà di luglio in un clima familiare di impegno, di amicizia, di semplicità e di riposo.

Esercizi spirituali

La giornata è scandita da questi momenti: la preghiera delle lodi, la catechesi, la preghiera personale, la recita in gruppo del Santo Rosario per esprimere l’attaccamento a Maria e la partecipazione alla Santa Messa, centro e cuore di tutta la giornata.
Un’ora al giorno è dedicata, per chi lo desidera all’Adorazione Eucaristica.

Ritiri mensili

I ritiri mensili si tengono in sede il terzo martedì del mese dalle ore 17.00 alle ore 20.00 e sono così articolati:

    • pensiero spirituale;
    • riflessione personale con possibilità della confessione;
    • Santo Rosario, Vespri e Santa Messa.

Eucaristia S. Rosario Messa

“La Santa Vergine ci aiuti a camminare per la via del cielo”
(M.B. VIII, 518)

Il 24 del Mese, Giorno di Maria

L’incontro del 24 del mese è una piccola perla che racchiude le cose a cui Don Bosco tanto teneva e che voleva trasmettere ai giovani: Eucaristia, Maria, spirito di famiglia.

Incontrare Maria Ausiliatrice ogni mese è un modo per ringraziarla, rinnovarle il nostro affidamento e chiederle anche grazie.

È bello concludere l’incontro con un momento di fraternità.

Pellegrinaggi

Sono momenti particolari in cui, insieme con i familiari, ci si mette in cammino per incontrare Maria, che come Madre premurosa ci invita alla conversione e ci aiuta ad affrontare nella fede le nostre difficoltà.

Foto di gruppo 2

Sono belle occasioni da vivere insieme, sono giornate in cui si sperimenta la gioia dell’amore di Dio e fra di noi, ed al ritorno si sente il desiderio di comunicarla e di condividerla con le persone che si incontrano nella vita quotidiana.

Foto di gruppo 3

Con spirito di collaborazione

È bello che tutta la famiglia partecipi agli incontri, così cresce unita e contemporaneamente ognuno trova il suo spazio e le sue amicizie.

La Sacra Famiglia

Il compito dell’animazione dei più piccoli è affidato ai giovani. Così mentre i genitori sono in raccoglimento per meditare e pregare, i ragazzi giocano e, vedendo i genitori pregare e condividere la fede, imparano a vivere in famiglia alla presenza di Gesù e Maria.

La nostra famiglia

Con spirito di servizio

L’organizzazione richiede l’impegno di varie persone che si mettono a disposizione per quanto necessario.

Tutti uniti nell'Amore

Lo spirito di servizio è un ingrediente vitale nel cammino di formazione!

Pregando, per non staccare la spina da Dio

Ognuno/a di noi riceve doni e grazie. Nella fedeltà quotidiana alla preghiera cresce la coscienza di essere figli e figlie amati da Dio.

La preghiera

La preghiera rende consapevoli che Dio rinnova la grazia ricevuta nei Sacramenti.
Ognuno/a prolunga la preghiera o in gruppo (Rosario e Messa), meglio, oppure nella propria famiglia nelle forme più diverse a seconda delle esigenze dei vari membri.

Accompagnati dal Padre Spirituale

È fondamentale l’accompagnamento spirituale dei singoli, delle coppie e del gruppo.

I Sacerdoti diventano preziose guide che incoraggiano l’incontro con Gesù, consolano sostengono e ci invitano a ricorrere all’intercessione materna di Maria Ausiliatrice.

È un incontro di conversione che trasforma la vita.

Don Bosco tra i ragazzi

Eucaristia

Pane che sostiene il nostro cammino, che ci nutre e ci aiuta ad avere gli stessi sentimenti e comportamenti di Gesù; colonna alla quale ancorare la nostra vita.

Rosario

”Pregare il Rosario è contemplare la vita di Gesù con gli occhi di Maria”.

Adorazione Eucaristica

  È mettersi a tu per tu con Gesù in un intimo dialogo con Lui.

  È un momento di intimità con Gesù!

Pellegrinaggio

M. Ausiliatrice

Tutti attorno a Maria, felici di essere attorno alla Mamma che ci offre le sue cure e che ci conduce a Gesù.

Tutti, ognuno con il suo ritmo, con la sua storia, con le sue possibilità.
Non è necessario essere campioni nella fede: Gesù dice che ne basta “un granello”.
Ciò che invece è davvero indispensabile è la disponibilità del cuore, è lasciarsi prendere per mano da Maria e consentire a Dio di prendere casa in noi.

Invito

M. Ausiliatrice

Invito 2


Per informazioni rivolgersi a
D. Calogero Ferrera e alla Sig.ra Teria Valdes
presso la Chiesa dell'Istituto Don Bosco - Ranchibile



AFFIDAMENTO A MARIA AUSILIATRICE
MADRE DELLA FAMIGLIA SALESIANA

Affidamento