LE LENZUOLA SPORCHE

13 dicembre 2018


Le lenzuola sporcheDa che punto guardi il mondo tutto dipende... recitava, anni fa, un tormentone che per alcuni mesi occupò i primi posti di molte classifiche musicali.
Ma se il nostro sguardo non si limita solo alle cose, scruta anche le persone ed il loro operato, facendone seguire anche giudizi affrettati o avventati, allora la questione diventa molto seria.


Una coppia di sposi novelli andò ad abitare in una bella zona molto tranquilla della città. Una mattina, mentre bevevano il caffè insieme, il giovane marito si accorse, guardando attraverso la finestra aperta, che una vicina stendeva il bucato sullo stendibiancheria dal terrazzo e disse: "Ma guarda com'è sporca la biancheria di quella vicina! Non è capace di lavare? O forse, ha la lavatrice vecchia che non funziona bene? Oppure dovrebbe cambiare detersivo!... Ma qualcuno dovrebbe dirle di lavare meglio! O dovrebbe insegnarli come si lavano i panni!". La giovane moglie guardò e rimase zitta.
La stessa scena e lo stesso commento si ripeterono varie volte, mentre la vicina stendeva il suo bucato al sole e al vento perché si asciugasse.
Dopo qualche tempo, una mattina l'uomo si meravigliò nel vedere che la vicina stendeva la sua biancheria pulitissima e disse alla giovane moglie: "Guarda, la nostra vicina ha imparato a fare il bucato! Chi le avrà detto come si fa?".
La giovane moglie gli rispose: "Caro, nessuno le ha detto e le ha fatto vedere.
Semplicemente, questa mattina, io mi sono alzata presto come sempre per prepararti la colazione, ho preso i tuoi occhiali e ho pulito le lenti!".


...Ed è proprio così anche nella vita...
Non solo "il punto da cui guardiamo il mondo" è importante per farci comprendere la soggettività ed il limite del nostro giudizio, ma anche il modo in cui guardiamo... che spesso fa precedere un pre-giudizio.
Se già in partenza siamo convinti di essere un po' meglio degli altri e qualche gradino più in alto, diventa quasi naturale assumerci il ruolo di giudici...
Non così ci insegna Gesù che, attraverso uno dei suoi famosi esempi paradossali ci dice:
"Prima di togliere la pagliuzza nell'occhio di tuo fratello, togli la trave che è nel tuo occhio"!
Spesso, più o meno inconsapevolmente, il male che vediamo negli altri è già dentro di noi.
Ammetterlo è difficile, ma pulire le lenti con cui guardiamo il mondo non può farci che bene!