In questa pagina:
Aggiornamento del

Il gemellaggio continua...


80... ed è solo l'inizio!


Dona il tuo 5x1000







Pubblicato l'ELENCO DEI LIBRI DI TESTO per l'a.s. 2018-2019.


Pubblicato l'Orario di Ricevimento delle Segreteria Scolastica durante il periodo estivo.


Pubblicato il CALENDARIO DEGLI ESAMI DI RECUPERO del DEBITO FORMATIVO per l'a.s. 2017-2018.


Pubblicata la Classifica dei Giochi di Rosi, iniziativa dell'Università Bocconi per gli studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado.


Presentazione del NUOVO CORSO e del relativo PIANO DI STUDI.






Gemellagio Italia-Cina

Gemellaggio Italia-Cina: la testimonianza di una mamma

Al termine dell’esperienza entusiasmante del Gemellaggio, che ha visto le nostre famiglie e la nostra scuola ospitare alunni e docenti cinesi, sento l’esigenza come mamma di ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a realizzarla.
Un ringraziamento particolare a Don Arnaldo Riggi e alla Prof.ssa Cinzia Pennino, senza i quali questo gemellaggio non avrebbe avuto luogo. Essi hanno creduto in questa opportunità di crescita e confronto per i nostri ragazzi sin da subito, anche quando il gemellaggio sembrava un progetto difficile da realizzare, colmo di incognite e di problemi; si sono spesi senza risparmiarsi e senza mai tirarsi indietro, affinché un progetto innovativo e complesso, di forte spessore culturale, potesse riuscire. Con spirito pionieristico e grande “fede” hanno saputo sognare in grande perchè’ come dice Don Arnaldo "con Don Bosco si sogna in grande" ed è stato davvero cosi!!! Un grazie particolare al nostro carissimo direttore Don Domenico Salaniti, sempre pronto a cogliere i segni dei tempi e a credere fermamente che i ragazzi vadano accompagnati nella loro crescita, per creare ponti di dialogo e di accoglienza, nell’ottica della convivenza civile, del rispetto dell’altro, della costruzione della propria autonomia per una crescita matura, responsabile, in uno spirito di apertura reciproca .
Il gemellaggio ha rappresentato un momento magico sia per i nostri figli che per noi genitori: autentica collaborazione, autentica presenza, autentico dialogo tra ragazzi, famiglie e istituzione scolastica.
Soddisfazione (e grande emozione) per l’esperienza vissuta dai nostri figli ma anche da parte di noi genitori coinvolti in questa fantastica avventura che ci ha visti partecipi di un progetto educativo-formativo accanto ai nostri ragazzi.
Sono sinceramente convinta che l'esperienza vissuta sia stata di straordinaria importanza. Innanzitutto, da un punto di vista umano, perché è stato un momento di confronto che ha aiutato i nostri figli ma anche i nostri amici cinesi ad aprire gli occhi e la mente verso la realtà che ci circonda, e questo, richiede grande senso di responsabilità ma anche grande sensibilità nel porsi in relazione. Per nostro figlio è stato come avere un fratello, per noi un altro figlio.
Nel corso della settimana i ragazzi cinesi hanno avuto modo di sperimentare, anche se per breve tempo, la vita dei coetanei italiani, soprattutto vivendo l’esperienza di un soggiorno in famiglia. Hanno così avuto l’opportunità di esercitare il loro italiano, assaggiare la cucina siciliana e conoscere le nostre abitudini quotidiane. Non sono mancate esperienze culturali sul territorio regionale, come le visite alla Cattedrale di Palermo, Duomo di Monreale, di Cefalù, Cappella Palatina ecc Insomma, uno scambio culturale e di amicizia.
Fantastica l’esperienza di preparare tutti insieme, nelle cucine del nostro istituto, le famose arancine, testimoniando come sia bello condividere usi, costumi e tradizioni senza pregiudizi… ”insieme è più bello”.
Splendidi sono stati tutti i ragazzi e le ragazze che si sono appassionati al progetto, al punto da farlo diventare esperienza umana e culturale, dimostrando quanto i giovani, se motivati, siano capaci di impegno e serietà. Infatti ho visto, nei giorni di preparazione al gemellaggio e in quelli del suo effettivo svolgimento, una crescente attenzione, da parte dei nostri figli , una crescente consapevolezza di assunzione del ruolo di "padroni di casa”. Hanno fatto gruppo, si sono consolidati rapporti di amicizia, ne sono nate delle nuove!!!!
L’esperienza ha fatto tanto bene anche a noi famiglie.
Questo progetto ha dimostrato che una sana alleanza tra scuola e famiglia non è un sogno.

Silvana Mannino




Shakespeare, the dramatist - 4 Sc. B Tracce di storia - 3 Sc. B Tracce di storia - 3 Sc. A Eco dello studente n. 1 Eco dello studente n. 2 Vacanze spagnole